martedì, novembre 15, 2005

Tzatziki..... e variazioni sul tema!

“Aρχή και ρίζα παντός αγαθού η της γάστρος ηδονή”
L'inizio e la radice di ogni bene è la voluttà dello stomaco
Epicuro
--
.
Orektika (Appetizers)
La cucina greca è così ricca in sapori e scelte che si corre il pericolo di iniziare e finire un pasto solo con gli antipasti. Il pasto tradizionale in una taverna greca è composto quasi sempre da antipasti, che accompagnano i piatti principali o sono accompagnati da ouzo. In quest’ultimo caso gli antipasti prendono il nome di mezèdes, che è una parola turca.
Gli antipasti possono essere freddi o caldi. Quelli caldi, nella maggior parte delle taverne, sono fritti o grigliati e di solito serviti in piatti piccoli. Tipici antipasti caldi sono, ad esempio, le zucchine, i peperoni e le melanzane fritti, oppure diversi tipi di piccoli pesci azzurri, anch'essi fritti o grigliati. Quelli freddi sono, ad esempio, la melinzanosalada (insalata di melanzane), la taramosalada (insalata di uova di pesce), la skordalià (insalata di patate ed aglio), la tirosalada (insalata di formaggio) ed il più famoso in assoluto, lo tzatziki. Tutte sono salsine cremose, spalmabili sul pane e per questo chiamate anche αλοιφές (pomate).
L’origine dello tzatziki si perde nei secoli nelle lontane terre d’oriente. E’ molto difficile storicamente risalire con precisione ai suoi inventori. Si sa però che in estate c’era l’abitudine, nei popoli di quelle zone, di rinfrescarsi mescolando, in un vaso, yogurt con acqua, pezzi di aglio e pane.
La sua versatilità fa sì che possa essere servito come antipasto o come insalata per il piatto principale o semplicemente come snack, spalmato su una fetta di pane.
Nonostante la maggior parte della gente conosca un solo tipo di tzatziki (Tzatziki smirneico), che è quello più tipico, ne esistono molte varietà.
.
Tzatziki smirneico
-

Ingredienti: ½ Kg di yogurt stranghistò, che si ottiene versando lo yogurt in un panno di cotone e lasciandolo scolare per circa mezz’ora (vale la pena eseguire questo procedimento in quanto lo yogurt così ottenuto è più saporito e denso), 2 piccoli cetrioli, da 2 a 5 spicchi di aglio (a seconda dei gusti), 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva, 2 cucchiai di aceto bianco, 1 rametto di aneto fresco.
.
Si priva della buccia uno dei due cetrioli e si tagliano entrambe a pezzettini e si strizzano, per evitare che il nostro tzatziki risulti liquido. Si sminuzzano gli spicchi di aglio e si mescolano, insieme ai cetrioli, in una ciotola contenente lo yogurt. Si aggiunge l’olio, il sale, l’aceto e, se si vuole, 4 o 5 gocce di succo di limone. Si lascia riposare in frigorifero per qualche ora, in modo che si insaporisca. Va servito in piccoli piatti e guarnito con un’oliva al centro, dell’olio extravergine ed un rametto di aneto.
.
Tatziki filoridi o ampelakiotiko (ovvero... con carote)
-

Durante la preparazione del nostro tzatziki classico, aggiungiamo delle carote tagliate a piccole julianne. E’ perfetto! In questo caso potete utilizzare al posto dei cetrioli il torsolo della lattuga.
.
Tzatziki invernale
.
Ingredienti: ½ Kg di yogurt stranghistò, una carota, da 2 a 5 spicchi di aglio, 1 cucchiaio di mostarda piccante, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, una presa di sale.

.
Tagliamo le carote a piccole julianne. Schiacciamo o sminuzziamo l’aglio. Aggiungiamo tutto nella ciotola con lo yogurt. Mescoliamo e aggiungiamo la mostarda, l’olio ed il sale. Lasciamo riposare per qualche ora in frigorifero.
.
Lo taztziki è un ottimo accompagnatore per le costolette di agnello alla griglia e per il pesce al forno o alla griglia!
E' perfetto con ouzo o con la retsina (il vino bianco dell'Attica al sapore forte di resina), ma anche con un vino bianco secco, leggero come il Cotes de Meliton.
-

2 commenti:

voula ha detto...

....Βάλτε το τζατζίκι να βάλω τα σουβλάκια!!!!!!

nini ha detto...

mmm,adoro il tzatziki e la grecia ancor di piu...!