giovedì, giugno 29, 2006

Gelatina di vino

Per questa “fresca” ricetta si deve utilizzare un vino rosso dolce… io ho scelto un Recioto della Valpolicella, che gradisco particolarmente per il suo sapore dolce e vellutato. Vino dalle antiche origini… una prima testimonianza si trova nel V secolo d.C. nella famosa lettera di Cassiodoro, ministro di Re Teodorico, il quale riceveva per la mensa reale l'Acinatico rosso.

Ingredienti: ½ litro di vino rosso dolce, 3 cucchiai di cognac invecchiato, 25 gr di fogli di gelatina, ½ litro di acqua, 120 gr di zucchero, il succo di 2 limoni succosi.

Mettete i fogli di gelatina in una pentola con l’acqua. Quando si ammorbidiscono, mettete la pentola sul fuoco e lasciate scaldare fino a quando i fogli si siano sciolti ed il liquido risulti trasparente. Togliete dal fuoco, aggiungete lo zucchero e mescolate finché si sia ben sciolto. Aggiungete il succo di limone, il cognac ed il vino e mescolate bene. Versate il liquido nei bicchieri oppure nelle coppette. Mettete in frigo e lasciate che si coaguli (almeno tre ore). Potete servire questa gelatina direttamente nei bicchieri o su dei piattini, dopo aver immerso la coppetta o il bicchiere per un minuto in acqua calda.

6 commenti:

isoladisaffo ha detto...

Miracolo metafisico prodotto dalla "volontà" ellenica... tanto dionisiaca quanto apollinea?
Il ditirambico seguace di Dioniso viene quindi compreso solo dai suoi simili!

voula ha detto...

...το κόκκινο χρώμα αντιστοιχεί στο κατώτερο τσάκρα.Γειώνει,ενεργοποιεί, δημιουργεί.
Αντιστοιχεί στο κομμάτι του σώματος που δημιουργεί τη γέννηση την υπερτατη ανθρώπινη δημιουργία!!
Το κρασί επιδρά στον εγκέφαλο,οπου εκεί υπάρχει το ανώτερο τσακρα της νόησης
Φανταστείτε ή - ακόμη καλύτερα- γευθείτε τον συνδιασμό,(επικοινωνια των δύο)και τα λέμε!!!
buongiorno d'Atene
T.A.M.

Anonimo ha detto...

Εδώ, οι φίλοι είναι καλεσμένοι στην τραπεζαρία μιας φιλόξενης οικοδέσποινας πρόθυμη να εκπληρώσει κάθε τους επιθυμία. Αυτό είναι το μυστικό της επιτυχίας τελικά: η αγάπη, το μεράκι, η φροντίδα, ο σεβασμός και κυρίως οι χαμηλοί τόνοι σε μια εποχή που όλοι μιλούν πολύ, μα πάρα πολύ, δυνατά!

Anonimo ha detto...

Ciao, il vino non deve perdere l'alcol?

orizzontidelgusto ha detto...

Ciao anonimo,
il vino non deve assulutamente perdere l'alcool, perché il sapore finale della gelatina risulterebbe alterato!

fradefra ha detto...

Ciao, carina questa ricetta, che presto proverò. Nel frattempo, ho citato la gelatina e tutto il tuo blob, che trovo stupendo, in una mia ricetta: 30 agosto - Gelatina di vino e svago serale.